Tot.
carrello

Riso Basmati

La carta d’identità...

Per chi non lo sapesse ‘Basmati’ è una varietà di riso a grano lungo, dal sapore delicato che profuma di legno di sandalo. Regina di fragranza è la traduzione letterale di questo tipo di riso il cui aroma speziato lo rende la scelta vincente per pietanze saporite a base di verdure o carni.

Tra le sue peculiarità sicuramente spicca l’indice glicemico che è più basso del 30% circa rispetto al tradizionale riso bianco, fattore che lo rende ideale per chi stia cercando di rispettare un regime di alimentazione controllata.

 

Lo sapevate che...

I chicchi del riso basmati lunghi e stretti cuocendo diventano ancora più lunghi, ma ciò nonostante rimangono sodi e ben separati. Dopo la cottura, in aggiunta, trattengono molta acqua e si gonfiano garantendo senso di sazietà a fronte di una minore quantità mangiata.

 

 

Quindi a chi dovrebbe interessare?

Sicuramente ai soggetti che vogliano rispettare una dieta, a coloro che soffrano di celiachia nonchè a tutti coloro che siano alle prese con difficoltà intestinali e digestive.

 

Cosa ci puoi cucinare?

Dimentica risotti o minestre in quanto i chicchi, anche dopo la cottura, rimangono sodi e separati. Ripiega su altre soluzioni piuttosto, dal classicissimo condimento  ‘in bianco’  con un filo d'olio od una noce di burro, al ruolo da comprimario abbinandolo con altre pietanze.

Se  primo piatto deve essere bada che sia colorato, aromatizzato ed arricchito con verdure,  carni o pesce di vario tipo.

Info pratiche quando sarete faccia a faccia

Il Basmati necessita di una cottura particolare che non supera i 10-12 minuti, del tutto diversa da quella a cui siamo abituati con il riso nostrano.

 

Ricorda che:

1) prima di cucinarlo deve tenerlo in ammollo in acqua fredda per circa 20-30 minuti se vuoi evitare che i chicchi si rompano.  

2) Ciò fatto scolalo e tostalo un minuto in un tegame antiaderente leggermente unto d'olio; aggiungi quindi dell'acqua bollente leggermente salata (circa il doppio del peso del riso) e prosegui la cottura a fuoco basso e con un coperchio, senza mai mescolare.

3) Trascorsi i dieci minuti di cui parlavamo l'acqua dovrà essere stata completamente assorbita; quindi  toglilo dalla fiamma e, dopo averlo lasciato riposare cinque minuti, sgranalo con una forchetta e dacci dentro.

 

Il Link che ti proponiamo ti porterà alla versione integrale della varietà Basmati particolarmente ricca di una sostanza che riequilibra le funzioni gastriche ed intestinali e regola la funzione sanguigna (amilopectina).